Lo Stemma

O alto e glorioso Dio, illumina le tenebre del cuore mio.
Dammi una fede retta,speranza certa,
carità perfetta e umiltà profonda.
Dammi, Signore, senno e discernimento
per compiere la tua vera e santa volontà.
Amen.

S. FRANCESCO D’ASSISI, Preghiera davanti al Crocifisso.

Lo Stemma Episcopale dell’Arcivescovo Metropolita

Lo stemma di Mons. Nolè ha come “simbolo” lo stesso del francescanesimo, il T(tau) che accoglie le due mani crocifisse, Cristo e san Francesco, segno di una comunione e di una santità che si può raggiungere solo se si partecipa intensamente e con radicalità alla passione di Gesù, fino alla Crocifissione,per gustare anche la potenza della resurrezione (cf Ef 3,10); il mare e i monti su cui si erge il T simboleggiano la profondità e l’altezza della presenza di Dio che ci copre, ci innalza, ci avvolge e ci protegge, ma simboleggiano anche la ricca ed affascinante conformazione morfologica della Diocesi di Tursi-Lagonegro prima e di Cosenza-Bisignano ora, bagnate dal mare e costellate di vette e alture purissime.

Le due stelle, infine, evidenziano i due amori della vita di Mons. Nolè, la mamma celeste e quella terrena, che l’accompagnano quotidianamente con amorevole tenerezza, oltre ogni merito e desiderio.